Fairtrade, crescono gli acquisti in Italia, e premiano gli agricoltori del mondo
Data: 25 Maggio 2022

L’etica, nel suo significato più ampio, è sempre più un valore vincente anche sul mercato. E non a caso crescono gli acquisti di prodotti che lo esprimono: nel 2021 gli italiani hanno speso 553 milioni di euro in prodotti contenenti almeno un ingrediente certificato “Fairtrade”. Si tratta ad esempio di frutta fresca come banane e ananas, caffè, cioccolato, cereali per la colazione, barrette, biscotti, frutta secca, fiori recisi, abbigliamento in cotone e molto altro. Dati raccontati dal rapporto annuale delle attività di Fairtrade Italia “The future is fair”. Che spiega come parallelamente, grazie alle vendite di prodotti in Italia, crescono anche i benefici per le organizzazioni di agricoltori e lavoratori in Asia Africa e America Latina, che hanno ricevuto 3,2 milioni di euro in premio. Che, insieme al “prezzo minimo stabile”, costituisce uno dei pilastri del modello Fairtrade, e nel concreto è una somma extra che le organizzazioni ricevono per realizzare iniziative di interesse collettivo, frutto di una decisione democratica. Il Premio può essere utilizzato per il miglioramento tecnico e produttivo, come l’acquisto di fertilizzanti o altri prodotti e macchinari per l’agricoltura; per la realizzazione di aule e strutture scolastiche, ambulatori sanitari o altro. Generalmente è corrisposto dalle aziende che si servono dei Marchi Fairtrade alle organizzazioni di produttori agricoli e lavoratori.
La Gdo resta il principale canale di diffusione dei prodotti certificati Fairtrade. Coop Italia nel 2021 ha proseguito con l’inserimento di referenze a Marchio Fsi; Aldi Italia, oltre ai prodotti a base di cacao Fsi, ha recentemente introdotto nel proprio assortimento le banane. Lidl Italia ha mantenuto un’ampissima offerta di prodotti realizzati con cacao Fsi; IN’s Mercato ha esteso la sua gamma di capsule con caffè Fairtrade, triplicando i volumi di vendita.
“Siamo soddisfatti perché anche nel 2021 il mercato Fairtrade in Italia è cresciuto grazie ad un aumento generalizzato dei volumi di sostanzialmente tutte le categorie di prodotto. I nuovi progetti, la solidità delle partnership con le aziende e il crescente interesse dei consumatori ci consente di guardare con fiducia al futuro nonostante il complesso quadro economico e geopolitico”, ha dichiarato Thomas Zulian, direttore commerciale di Fairtrade Italia. Cacao (8.895 tonnellate vendute, +9%, per un premio generato di 1,8 milioni di euro), banane, caffè e zucchero sono i prodotti più venduti.
“Il sistema globale Fairtrade è più che mai pronto a favorire nuove strategie per affrontare le problematiche che riguardano la sostenibilità e la giustizia sociale, tanto per le aziende del nostro paese quanto per le comunità agricole del sud globale. Temi come il raggiungimento di un salario o un reddito dignitosi per i lavoratori, la resilienza al cambiamento climatico e maggiori opportunità per le donne e i giovani sono diventate ormai necessità impellenti. Ora la sfida è approfondire la relazione con i nostri partner commerciali per accrescere il nostro impatto”, ha concluso Paolo Pastore, dg Fairtrade Italia.

Copyright © 2000/2022


Contatti: [email protected]
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall’archivio di WineNews – Tutti i diritti riservati – Copyright © 2000/2022

Fonte: https://winenews.it/it/fairtrade-crescono-gli-acquisti-in-italia-e-premiano-gli-agricoltori-del-mondo_470326/