Guerra Ucraina Russia, ultime news, la Finlandia chiede ufficialmente l’adesione alla Nato. Turchia pronta a portare via i feriti da Azovstal
Data: 15 Maggio 2022

81esimo giorno di guerra in Ucraina, le ultime notizie in tempo reale di oggi domenica 15 maggio. Colpita infrastruttura militare nella regione Leopoli. Intensi combattimenti nel Donbass dove gli ucraini hanno respinto diversi attacchi russi. Kiev: “Russi riprendono l’offensiva nel sud-est”. Mosca: “Bombardamenti ucraini su villaggio russo”. La Finlandia chiede ufficialmente l’adesione alla Nato, Berlino: “Ratifica sia rapida”. Kuleba incontra Blinken: “Altre armi e altri aiuti in arrivo”. Maxi-convoglio di civili da Mariupol arrivato Zaporizhzhia. La Turchia offre per evacuare l’Azovstal.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Guerra in Ucraina

ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI

4 minuti fa

Mosca denuncia minacce a diplomatici russi in Usa

L’ambasciatore russo negli Stati Uniti, Anatoly Antonov, ha dichiarato che i diplomatici del suo paese a Washington sono minacciati di violenza e molestati dai servizi di intelligence statunitensi. Antonov lo ha detto alla Tv russa e le sue parole sono state rilanciate dall’agenzia Tass. La sede diplomatica russa “è come una fortezza assediata. Fondamentalmente, la nostra ambasciata opera in un ambiente ostile. I dipendenti dell’ambasciata stanno ricevendo minacce, comprese minacce di violenza fisica. Agenti dei servizi di sicurezza statunitensi sono in giro fuori dall’ambasciata russa, distribuendo numeri di telefono della CIA e dell’FBI, che possono essere chiamati per stabilire un contatto”, ha detto Antonov.

12 minuti fa

Kiev: 227 bambini morti dall’inizio dell’invasione russa

Sono 227 i bambini uccisi dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina o oltre 420 sono rimasti feriti, secondo le autorità ucraine. Lo riferisce il servizio stampa della Procura generale su Telegram, riporta Interfax Ukraine. Si tratta di dati non definitivi perché il lavoro di ricognizione nei territori occupati e poi liberati è ancora in corso. A seguito dei bombardamenti di città e villaggi ucraini da parte delle forze armate russe, sono state danneggiate 1.748 istituzioni educative, 144 delle quali completamente distrutte.

21 minuti fa

Finlandia: “Pronti a diverse azioni di Mosca”

“Siamo preparati a diversi tipi di azioni russe, non ce le auguriamo, ma siamo preparati e ci stiamo preparando da questa primavera. Quando guardiamo alla Russia, la vediamo molto diversa da come la vedevamo solo pochi mesi fa. Tutto è cambiato quando ha attaccato l’Ucraina e personalmente penso che non possiamo più fidarci del fatto che ci sarà un futuro pacifico vicino alla Russia da soli. Ed è per questo che stiamo prendendo questa decisione di aderire alla Nato, perché non ci sia mai più la guerra in Finlandia”. Lo ha affermato la premier finlandese Sanna Marin in conferenza stampa.  Non avremmo fatto questa scelta se non avessimo pensato che avrebbe rafforzato la nostra sicurezza nazionale: la minaccia nucleare è molto seria ma non si può isolare a una sola regione. Penso che essere all’interno della Nato ci darà sicurezza perché anche la Nato ha armi nucleari e ci sarebbe una risposta se la Russia le usasse, quindi questa decisione ci rafforza, non ci indebolisce”. ha affermato la premier finlandese rispondendo a una domanda dei giornalisti sulla decisione di chiedere l’adesione alla Nato.

34 minuti fa

Kiev: non vinceremo in un mese, ma entro quest’anno

L’Ucraina non potrà sconfiggere la Russia “questo mese”, ma potrà farlo “quest’anno”. Lo ha scritto il consigliere presidenziale e negoziatore ucraino Mikhailo Podolyak su Twitter. Kiev, ha aggiunto, “non è interessata a una guerra prolungata”, ma per vincere ha bisogno essenzialmente di due cose dall’Occidente: “un vero embargo petrolifero” e rifornimenti di armi, in particolare “carri armati, aerei e artiglieria”.

43 minuti fa

Nato: “Fiduciosi che su Svezia e Finlandia alleati siano costruttivi”

Il vicesegretario della Nato, Mircea Geoana, si è detto “fiducioso” che gli alleati della Nato avranno un atteggiamento “costruttivo e positivo” nelle verifiche su una possibile adesione di Finlandia e Svezia. Geoana ha presieduto il summit informale dei ministri degli Esteri della Nato in corso a Berlino, a cui Jens Stoltenberg non ha potuto partecipare per motivi di agenda.

Premier Finlandia: “Spero Parlamento confermi presto decisione su Nato”

“Speriamo che il Parlamento confermi la decisione di fare domanda di adesione alla Nato nei prossimi giorni”. Lo ha detto la premier finlandese Sanna Marin in una conferenza stampa congiunta con il presidente Sauli Niinisto, durante la quale il capo dello Stato ha annunciato – in finlandese, svedese e inglese – la presentazione formale della richiesta di ingresso nell’Alleanza atlantica. “In Finlandia – ha affermato – avremo ancora davanti a noi un processo parlamentare, ma speriamo che il Parlamento dibatterà questa decisione storica con determinazione e responsabilità”.

Sventati attacchi hacker di gruppi filorussi durante l’Eurovision Song Contest

La polizia italiana ha sventato attacchi hacker da parte di gruppi filo-russi durante la semifinale e la finale di sabato dell’Eurovision Song Contest a Torino. Seconso la polizia postale, durante le votazioni e le esibizioni, il dipartimento di sicurezza informatica ha bloccato diversi attacchi  all’infrastruttura di rete da parte del gruppo di hacker “Killnet” e della sua affiliata “Legion”. La polizia ha anche raccolto informazioni dai canali Telegram del gruppo filorusso per prevenire altri eventi critici e ha identificato la posizione geografica degli attacchi. L’11 maggio “Killnet” ha rivendicato un attacco ai siti web di diverse istituzioni italiane, tra cui il Senato, la camera alta del parlamento italiano e l’Istituto Superiore di Sanità (Iss)

Media, “Svezia intende presentare domanda Nato martedì”

La Svezia intende presentare la propria domanda di adesione alla Nato martedì. Lo riporta il quotidiano svedese Svenska Dagbladet, secondo cui il piano svedese è  di presentare la domanda martedì presso la sede della Nato a Bruxelles, dopo che il governo avrà preso la decisione storica di candidarsi all’alleanza lunedì pomeriggio.

Ucraina vince Eurovision, moglie Zelensky: “Mondo canterà una canzone su una madre del nostro Paese”

L’Ucraina vince l’Eurovision Song Contest e il presidente Zelensky annuncia che il suo Paese ospiterà la prossima edizione della kermesse: “Faremo tutto il possibile per ospitare l’Eurovision 2023 a Mariupol”. “Signora Stefania, mamma di Oleh Psiuk (alla mamma del frontman è intitolata la canzone ndr), insieme a te siamo orgogliosi di tuo figlio. Insieme a te ci rallegriamo per l’incredibile vittoria della Kalush Orchestra all’Eurovision”, ha scritto invece la moglie Zelenska su Telegram, sottolineando che qualunque vittoria simile, anche sul fronte culturale, “è una vittoria per l’Ucraina nella guerra”.

La Finlandia chiede ufficialmente l’adesione alla Nato

La Finlandia chiede ufficialmente l’adesione alla Nato. Lo hanno annunciato il Presidente Sauli Niinistö e la premier Sanna Marin in conferenza stampa. “La Finlandia, dopo aver consultato il Parlamento, chiede l’adesione alla NATO”, ha affermato Niinistö. “Sta nascendo una Finlandia protetta come parte di una regione nordica stabile, forte e responsabile. Otteniamo sicurezza e la condividiamo”, ha aggiunto Niinsitö ricordando: “È bene tenere a mente che la sicurezza non è un gioco a somma zero”. “La nostra decisione è storica. Come membro della NATO, saremo anche responsabili della sicurezza dell’Alleanza nel suo insieme” ha affermato invece Marin. “In Finlandia – ha affermato – avremo ancora davanti a noi un processo parlamentare, ma speriamo che il Parlamento dibatterà questa decisione storica con determinazione e responsabilità”.

Kiev accusa: “Bombe incendiarie e al fosforo su Azovstal”

Kiev accusa: “Bombe incendiarie o al fosforo su Azovstal” L’Ucraina accusa la Russia di aver sganciato “bombe incendiarie o al fosforo” sull’acciaieria Azovstal a Mariupol. Per Petro Andriushchenko, consigliere del sindaco della città, “l’inferno è sceso sulla terra, ad Azovstal”. “Ieri per la prima volta le forze di occupazione hanno usato bombe incendiarie o al fosforo contro i difensori di Mariupol – ha scritto su Telegram, secondo quanto riporta Ukrinform – Gli occupanti stessi affermano di aver usato proiettili incendiari 9M22C con strati di termite. La temperatura di combustione è di circa 2.000-2.500 gradi. E’ quasi impossibile fermare la combustione”.

Mosca: “Distrutti sistema di difesa aerea ucraini a Sumy”

Il ministero della Difesa russo afferma in un rapporto mattutino che gli aerei russi hanno distrutto due lanciatori ucraini del sistema di difesa aerea S-300 e una postazione radar nella regione di Sumy.  “Durante la notte, missili ad alta precisione delle forze aerospaziali russe hanno colpito due posti di comando, 11 roccaforti di compagnie e quattro depositi di armi missilistiche e di artiglieria e munizioni delle forze armate ucraine nelle aree degli insediamenti di Zaporozhye, Paraskoviyivka, Konstantinovka e Novomikhailovka della Repubblica popolare di Donetsk”, ha affermato il rappresentante ufficiale del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov.

Berlino: “Per Finlandia e Svezia nella Nato rapido processo di ratifica”

“Se Finlandia e Svezia decideranno di aderire alla Nato lo potranno fare velocemente… Dobbiamo assicurare che daremo loro garanzie di sicurezza, non ci deve essere un periodo di transizione, una zona grigia, mentre il loro status non è chiaro”. Lo ha detto la ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock, parlando prima della riunione informale della Nato a Berlino dell’ingresso di Finlandia e Svezia. Baerbock si riferiva al periodo di ratifica che può durare anche un anno, durante il quale i paesi nordici non saranno ancora protetti dall’articolo 5 della Nato che garantisce che un attacco a un alleato è un attacco a tutti

Kuleba incontra Blinken: “Altre armi e altri aiuti in arrivo in Ucraina”

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba ha incontrato il segretario di Stato americano, Antony Blinken, afferma di aver avito rassicurazioni sul fatto che “altre armi e altri aiuti sono in arrivo in Ucraina”. “Ho Incontrato Blinken a Berlino. Altre armi e altri aiuti sono in arrivo in Ucraina. Abbiamo deciso di lavorare a stretto contatto per garantire che le esportazioni alimentari ucraine raggiungano i consumatori in Africa e in Asia. Sono Grato al Segretario Blinken e agli Stati Uniti per la loro leadership e il loro incrollabile sostegno” ha dichiarato Kuleba sui social.

Coldiretti, “con stop export India allarme carestia in 53 Paesi”

Con l’ondata di protezionismi provocata dalla guerra in Ucraina, che ha portato per ultimo l’India a bloccare l’export di grano, è allarme carestia in 53 Paesi dove la popolazione spende almeno il 60% del proprio reddito per l’alimentazione e risentono quindi in maniera devastante dall’aumento dei prezzi di grano e riso. E’ quanto afferma la Coldiretti in una nota, nel sottolineare che si tratta di comportamenti che nei paesi ricchi generano inflazione che volerà nell’eurozona al 6,1% e il taglio delle stime di crescita del Pil ma in quelli poveri allarga l’area dell’indigenza alimentare soprattutto in Africa e in Asia.

La Turchia pronta a portare  via i feriti da Azovstal su propria nave

Il rappresentante ufficiale del presidente turco, Ibrahim Kalin, ha affermato che Ankara si offre di portare i soldati ucraini feriti fuori dallo stabilimento Azovstal di Mariupol su una loro nave, che potrebbe portarli da Berdyansk.  Secondo Kalin, le autorità turche hanno avanzato questa proposta tempo fa, ma sono ancora in attesa dell’approvazione delle parti in conflitto. “Stiamo ancora lavorando su come stabilire una tregua nella regione di Mariupol, per rimuovere i militari feriti e altri civili da Mariupol. Avevamo diverse proposte”, ha detto Kalin in un’intervista a Reuters. – La prima proposta è quella di portare i militari da Mariupol a Berdyansk e dal porto di Berdyansk con una nave da Istanbul, poi portali in Turchia. Questa proposta è ancora sul tavolo”. Kalin ha chiarito che si trattava di militari e civili feriti, e non di tutti i soldati ucraini rimasti ad Azovstal, poiché “i russi hanno detto no” alla proposta di evacuare altri soldati.

Kiev, “Russi riprendono l’offensiva nel sud-est”

A Mariupol le truppe russe continuano a bloccare le unità di difesa ucraina nell’acciaieria Azovstal, continuando a lanciare attacchi dai cieli e con l’artiglieria. Lo rileva lo Stato maggiore delle forze armate ucraine nell’ultimo aggiornamento sulle operazioni militari, secondo quanto riporta Ukrinform. Sempre nel sud del paese, le truppe russe si stanno raggruppando per riprendere l’offensiva su Barvinkove (nell’oblast di Kharkiv vicino al Dombass) e Sloviansk (nel Donetsk) e continuano a portare avanti l’offensiva nelle direzioni di Lyman, Sievierodonetsk, Avdiivka e Kurakhove, tutte cittadine del Donetsk. “Nella direzione di Sloviansk, il nemico ha aperto il fuoco sulle forze di difesa ucraina, tentando invano di aprire un varco nella linea di difesa. Stanno ricostituendo le perdite e raggruppandosi per riprendere un’offensiva su Barvinkove e Sloviansk”, spiega lo Stato maggiore dell’esercito di Kiev.

Mosca: “Bombardamenti ucraini su villaggio russo a Belgorod, civili feriti”

Il villaggio di Sereda, nella regione russa di Belgorod, al confine con l’Ucraina, è stato bombardato dall’Ucraina e un civile è rimasto ferito. Lo fa sapere il governatore della regione, secondo quanto riporta l’agenzia russa Tass. “Il villaggio di Sereda, nel distretto urbano di Shebekinsky, è stato bombardato dal territorio dell’Ucraina. Un civile è stato ferito, riportando ferite da schegge”, spiega il governatore Vyacheslav Gladkov.  Nell’ultimo mese ci sono già stati diversi attacchi ai villaggi di confine della regione. L’11 maggio, dopo il bombardamento del villaggio di Solokhi, è morto un ragazzo di 18 anni.

Londra: “Offensiva russa nel Donbass ha perso slancio”

L’ Offensiva russa nella regione ucraina del Donbas “ha perso slancio, è significativamente in ritardo sui piani” ed è “improbabile che acceleri drasticamente il suo tasso di avanzamento nei prossimi 30 giorni”, lo ha affermato l’intelligence militare britannica nel suo regolare bollettino sulla guerra in Ucraina.Nonostante i piccoli guadagni iniziali, la Russia non è riuscita a realizzare significativi guadagni territoriali nell’ultimo mese, afferma il riassunto. La Russia ha probabilmente perso un terzo delle forze di combattimento di terra che ha radunato a febbraio per attaccare l’Ucraina, secondo il ministero della Difesa britannico.

Convoglio di civili evacuati da Mariupol arrivato Zaporizhzhia

Un convoglio di centinaia di macchine di  sfollati provenienti da Mariupol è arrivato nella notte a Zaporizhzhia, dopo aver atteso per giorni il via libera delle truppe russe. Lo fa sapere il consigliere del sindaco di Mariupol, Petro Andryushchenko, su Telegram. “Un enorme convoglio di auto con i residenti di Mariupol (da 500 a 1.000 auto), che aspettavano da più di tre giorni, è stato finalmente autorizzato ad entrare a Zaporizhzhia”, scrive Andryushchenko. Nella città meridionale, restano intrappolati nell’acciaieria Azovstal soldati ucraini, tra cui membri del battaglione Azov. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha riferito ieri di negoziati in corso “molto complessi” per cercare di ottenere l’evacuazione dei feriti.

Nato: “L’Ucraina può vincere, questa guerra è la più cinica e brutale dalla seconda guerra mondiale”

“L’Ucraina può vincere” lo ha affermato uno dei vicesegretari della Nato, Mircea Geoana, a margine del vertice informale Nato dei ministri degli Esteri a Berlino, commentando la cena di ieri sera con Finlandia e Svezia. “C’è stato un clima costruttivo al dibattito di ieri sera” ha aggiunto ricordando anche “l’immenso supporto per l’Ucraina all’Eurovision”. “Il messaggio che vogliamo dare a Putin è che questa è la guerra più cinica e brutale dalla seconda guerra mondiale”, ha aggiunto.

Blinken a Berlino per discutere azioni congiunte dei Paesi Nato contro Mosca

“Sono arrivato a Berlino dove incontrerò informalmente i ministri degli esteri dei paesi Nato per discutere della nostra alleanza e di un’azione sostenuta per
affrontare l’aggressione non provocata della Russia contro l’Ucraina”. Lo scrive il segretario di Stato americano Antony Blinken in un post di stanotte su Twitter.

Intensi combattimenti nel Donbass, Kiev: “Respinti 12 attacchi russi”

Intensi combattimenti nel Donbass dove le forze armate ucraine annunciato di aver respinto  12 attacchi russi . Lo riferisce The Kyiv independent,
citando il comando delle operazioni delle forze congiunte dell’Ucraina. L’Ucraina avrebbe distrutto otto carri armati, cinque sistemi di artiglieria, nove unita’ di equipaggiamento corazzato da combattimento e cinque veicoli. Sono state abbattute anche unità di difesa aerea: sei veicoli aerei senza
pilota (UAV) Orlan-10 e un UAV Eleron da ricognizione tattica. Zelensky ammette: “Situazione in Donbass resta molto difficile”. In un messaggio video ilm presidente ucraino ha spiegato che  “Nell’ottantesimo giorno di invasione su vasta scala, ciò sembra particolarmente folle ma non stanno interrompendo i loro sforzi nell’offensiva”

Bombardamenti nella regione di Leopoli, missili colpiscono infrastruttura militare

I missili russi hanno colpito stamattina all’alba un’infrastruttura militare nella regione di Leopoli. Lo riferisce l’agenzia ucraina Ukrinform, citando l’amministrazione militare regionale di Leopoli. “Questa mattina alle 4.30 circa una parte dell’infrastruttura militare è stata colpita da un attacco missilistico”, afferma su Telegram l’amministrazione militare regionale, precisando che al momento non sono riportate vittime e i danni sono in via di accertamento.

Zelensky: “Vincere contro i russi per prevenire carestia globale”

“Prima le terre ucraine verranno liberate dagli invasori russi e prima sarà possibile ripristinare la sicurezza alimentare”, lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel suo ultimo discorso video. “Sostenere ora l’Ucraina, e soprattutto con le armi, significa lavorare per prevenire la carestia globale. Prima libereremo la nostra terra e garantiremo la sicurezza dell’Ucraina, prima sarà possibile ripristinare lo stato normale del mercato alimentare”, ha detto Zelensky citato anche dall’agenzia Ukrinform.

Russia: “Colpite 200 basi militari ucraine con missili e artiglieria”

L’esercito russo ha riferito ieri sera di aver colpito oggi quasi 200 basi militari ucraine con missili e artiglieria. In particolare, ha riferito il portavoce della Difesa russo, Igor Konashenkov, sono stati colpiti “sei centri di comando e controllo, 178 aree di concentrazione delle truppe e di equipaggiamento militare e tre bunker fortificati”. Inoltre, ha aggiunto Konashenkov, sono state distrutte 28 postazioni di artiglieria in posizione di fuoco, tra cui un sistema di lanciarazzi multiplo Smerch vicino Berezovka. L’aviazione, ha detto ancora il portavoce, ha colpito 33 aree di concentrazione delle truppe, uccidendo 90 soldati ucraini.

Russia-Ucraina, le news di oggi 15 maggio sulla guerra

Tiene banco il tema della richiesta della Finlandia di entrare nella Nato. Il presidente del Paese nord europeo chiama Putin: “Informato della nostra intenzione di aderire all’Alleanza Atlantica”. La replica del Cremlino: “Se Finlandia entra nella Nato commette un errore”. Secondo Putin i colloqui di pace sono stati “praticamente interrotti da Kiev, che non mostra alcun interesse per un dialogo serio”. G7: “Non riconosceremo mai i confini imposti dalla Russia”. Mosca interrompe le forniture di energia alla Finlandia.

67
CONDIVISIONI

Fonte: https://www.fanpage.it/live/russia-ucraina-le-news-di-oggi-15-maggio-2022/