Emergenza pediatri nel Viterbese, ad Acquapendente la Asl ci mette una pezza
Data: 14 Maggio 2022

Emergenza pediatri, la Asl ci mette una pezza. Almeno ad Acquapendente dove l’ambulatorio era rimasto scoperto a seguito dell’affidamento di un incarico definitivo al precedente medico, ora impegnato a Canino. La soluzione adottata dall’azienda sanitaria locale è stata, come aveva preannunciato Paolo Giampietro, presidente della Fimp, la Federazione italiani medici pediatri della provincia, quella di aumentare i massimali dei colleghi limitrofi. In questo caso, sarà Ruggiero Sardaro, che ha già un ambulatorio sia a Valentano sia Montefiascone. Scongiurato, quindi, il rischio che fossero i piccoli pazienti a doversi spostare in un comune limitrofo per una visita.

Soluzione tampone, si diceva. In attesa che la Regione Lazio decida di imboccare la strada già battuta in altre regioni ma anche all’interno di ospedali laziali (Belcolle, in primis) e auspicata dal sindacato di categoria: ricorrere, cioè, agli specializzandi del quarto e quinto anno per assegnazioni provvisorie in situazioni di emergenza, in attesa che scorrendo le graduatorie si riesca a trovare qualcuno pronto ad accettare l’incarico definitivo. Del resto, prossimi alla pensione ci sono i pediatri di Capranica e di Montefiascone. Anche per loro, se non sarà la Regione a decidere diversamente – la prossima riunione è tra una decina di giorni – sarà la Asl a dover garantire l’assistenza, ricorrendo ancora una volta all’aumento del numero massimo di pazienti per dottore (da 600 possono essere portati fino a 1.000).

“In stretta collaborazione con la Asl – commentano dal Comune aquesiano – è stato possibile garantire la continuità del servizio senza interruzioni di sorta. Pertanto, già dalla data odierna è possibile effettuare la scelta attraverso due modalità, recandosi personalmente al primo piano del presidio ospedaliero di Acquapendente il martedì e il venerdì dalle 8 alle 13, muniti di un documento di riconoscimento, altrimenti attraverso la mail [email protected]”. Il pediatra di libera scelta Sardaro riceverà i propri pazienti nell’ambulatorio all’interno della residenza sanitaria assistenziale San Giuseppe di Acquapendente, in via del Seminario n. 58, con ingresso dedicato, garantendo il servizio per almeno 3 giorni a settimana, che saranno comunicati dalla Asl.

Fonte: https://www.ilmessaggero.it/viterbo/viterbo_emergenza_pediatri_ad_acquapendente_la_asl_ci_mette_pezza-6687505.html