Giornata Fibromialgia. Al San Giovanni Addolorata nasce un percorso dedicato
Data: 11 Maggio 2022

L’obiettivo è assicurare un approccio integrato e multidisciplinare, a seguito di una visita ambulatoriale specialistica internistica, a questi pazienti. La fibromialgia colpisce in Italia più di 2 milioni di persone ma, evidenzia l’Ao in una nota, “non è riconosciuta ancora dallo Stato Italiano come malattia cronica invalidante e non è inserita nei Lea”. Da qui l’impegno dell’Azienda di affiancare la Pastorale della Salute della Diocesi di Roma per dare risposte a questi malati.

11 MAG – Il 12 maggio ricorre la Giornata Mondiale della Fibromialgia, malattia la cui caratteristica è il dolore muscolo scheletrico diffuso e continuo accompagnato da stanchezza cronica, problemi del sonno, difficoltà di concentrazione e memoria  ed altri sintomi, ecco perché è chiamata la malattia dei cento sintomi.

In Italia ne sono colpite più di 2 milioni di persone. “Purtroppo questa patologia non è riconosciuta ancora dallo Stato Italiano come malattia cronica invalidante e non è inserita nei LEA, motivo per il quale la Pastorale della Salute della Diocesi di Roma ha aperto un’Area, chiamata Area Medica – Malattie Reumatiche, Fibromialgia e Dolore Cronico che da più di un anno lavora donando ascolto e sostegni gratuiti ai malati affetti da Fibromialgia”, spiega in una nota dell’Ao San Giovanni Addolorata di Roma, che ha deciso di affiancare la Diocesi per offrire un aiuto a questi pazienti. 

Nell’Area medica, la responsabile, Dott.ssa Edith Aldama, infermiera e malata affetta da Fibromialgia, attraverso un numero dedicato (351 6220086) ascolta e sostiene questa categoria di malati coinvolgendo le diverse strutture ospedaliere del Lazio. Si è creata anche una pagina Facebook per facilitare il contatto che si chiama “Area Malattie Reumatiche UPS. Roma Fibromialgia insieme si può”. In questo spazio virtuale i malati possono informarsi sui diversi sostegni ed iniziative di sensibilizzazione. 

Lo scorso 8 maggio scorso, una delegazione di malati si è radunata in Piazza San Pietro dove, su richiesta del Vescovo Mons. Paolo Ricciardi, delegato per la Pastorale della Salute della Diocesi di Roma, il Santo Padre ha rivolto un saluto di vicinanza a questa categoria di malati.

In occasione della giornata mondiale della Fibromialgia, che si celebra il domani 12 maggio, lo “sport nazionale scende in campo” è sceso in campo e oggi 11 maggio, presso il Salone di Onore del CONI, si è svolto un evento, dove le figure rappresentative più alte dello sport nazionale italiano, nelle diverse discipline Olimpiche e Para Olimpiche, Federazioni ed Enti sportivi, i direttori generali delle diverse strutture ospedaliere si sono trovati insieme a sostegno di quanti soffrono di malattie inguaribili, ma non per questo non curabili, quale la Fibromialgia, indossando tutti un fiocchetto viola come segno di vicinanza. 

In particolare il Direttore generale della AO San Giovanni Addolorata, Tiziana Frittelli, ha accolto la richiesta di aiuto da parte dei malati creando un percorso a loro dedicato in Ospedale al fine di “assicurare un approccio integrato e multidisciplinare a seguito di una visita ambulatoriale specialistica internistica”. Inoltre domani 12 maggio, per celebrare la Giornata dedicata alla patologia invalidante, la Vela della facciata storica in Piazza San Giovanni in Laterano si illuminerà di viola.

11 maggio 2022

Fonte: http://www.quotidianosanita.it/regioni-e-asl/articolo.php?articolo_id=104664